[GUIDA] Come esplorare Memory Card (ed altri percorsi) su Android

Salve a tutti, è da un pò di tempo che non posto qui sul blog, ma, devo dire che in questi periodi ci sono state molte visite (In totale ne abbiamo avute 11.000+ :D).

Da qualche giorno mi sono preso un nuovo telefono, un HTC Desire (quello della fastweb opportunamente sbloccato e patchato :P) , con il sistema operativo Android. Devo dire che mi ha sorpreso molto… non credo perchè sono un fido utilizzatore delle teconolgie Apple. Ci sono alcune cose, infatti, in cui batte la Apple (tipo la possibilità di installare le app dal pc e trasferirle automaticamente sul telefono senza cavetti, ma solo con una connessione dati.. In pratica le scarica direttamente lì sopra :). E non è tutto!). Avevo la necessità di leggere un pdf salvato sulla MicroSD e quindi, dopo aver scaricato Adobe Reader per Android, mi sono accorto che non integrava funzione che permettesse di leggere un Pdf in una precisa locazione… Quindi da bravo smanettone ho incominciato subito a cercare un software per esplorare le cartelle della MicroSD. Dopo una piccola ricerca in Google, ho trovato un programmino apposito ;).

Il suo nome è: ASTRO File Manager.

Astro FM, oltre ad un ottimo gestore di file, integra un gestore processi ed un gestore applicazioni 🙂

 

Che dire.. ve lo consiglio!

Saluti,

BlackWolf96

 

PS: Da oggi in poi scriverò più spesso, promesso!

Annunci

Freedom II – Scheda di sviluppo per pic a 40PIN

Salve a tutti, qualche settimana fà, ho acquistato una scheda di sviluppo per pic chiamata Freedom II. La scheda di sviluppo Freedom II, è una scheda che permette di sviluppare applicazioni con PIC a 40 pin, senza richiedere aggiunta di hardware esterno. La scheda dotata di connettore ICSP(In-Circuit Serial Programming), è compatibile con quasi tutti i programmatori della microchip (Pickit 2 & 3, ICD etc.). Di seguito le specifiche tecniche direttamente dal sito del produttore:

Specifiche

  • Supporto USB
  • Supporto RS232
  • Supporto CAN
  • Supporto I2C
  • EEPROM
  • Clock Calendar
  • Cicalino
  • 8 LED
  • 4 pulsanti
  • Sensore temperatura
  • Sensore Luminosità
  • Trimmer per ingresso analogico
  • LCD 16×2 con retroilluminazione
  • Controllo software della retroilluminazione
  • Trimmer per contrasto LCD
  • Connettore espansione
  • Programmazione on board e Debug compatibile con gli strumenti Microchip

Insomma, io l’ ho acquistata e devo dire che è fantastica!!! Programmo il pic, alimento e via!! Eccezionale veramente!! Il sito del produttore, Mauro Laurenti, è questo.  La versione della scheda corrente è la 1.3 (o 3 semplicemente). Dal sito di Mauro è possibile acquistare il pcb (Donazione a scelta) o il kit da montare (61 €) o il kit montato e collaudato a 83€.

Vi lascio alcune foto della mia scheda collaudata:

Insomma, se state cercando una scheda di sviluppo per pic, QUESTA È L’ IDEALE!!

Saluti :P,

BlackWolf96

News

E’ un po di tempo che non scrivo sl blog, ma mi dovete scusare xke ho avuto da fare con un programma in VB 2010.

Vi informo che sto testando una scheda realizzata per eccitare 7 relé tramite la porta usb di un qualsiasi pc con un pic 18F2550. Appena finirò di fare questi test, scriverò un articolo sul blog che spieghi passo-passo come realizzare una connessione usb hid con un pic.

HoLa!

[How To] Installare mappa Europa 8.010 + voci alternative su Tom Tom one v3

Salve a tutti ragazzi, ora vi farò vedere la procedura per installare la mappa Europa  8.010 sul navigatore Tom Tom One v3.

Occorrente:

Mappa Europa 8.010 :Link ed2k

Tool per ottenere il codice d’ attivazione per la mappa: Link

Iniziamo

Accendete il vostro navigatore e collegatelo al pc tramite il caveto fornitvi in dotazione, rispondere si alla domanda che vi presenta sullo schermo.

Accedere tramite risorse del computer al dispositivo tom tom (in genere il nome è “tom tom”) ed aprire o creare la cartella “italia”. Eliminare tutti i file presenti in questa cartella e sostituirli con quelli presenti nella mappa scaricata nella cartella “Copiare Tutto Nella SD – MMC”. Ora abbiamo messo le mappe nel nostro tom tom. Rimuovete il dispositivo dal pc e riavviatelo ( se non lo farà da solo). Uscirà una schermata che dice che la nostra mappa non è attiva. Quello che ci interessa di quella schermata è l’ id dispositivo che ci servira per sbloccare la mappa. Annotatevi quell’ id. Ora connettete dinuovo il dispositivo ed accedete sempre nella cartella Italia. Copiate il file key.exe presente nella cartella Tool scaricata nella cartella italia.  Cliccare su start > esegui ed inserire “cmd” (senza virgolette). Ora scrivete nella finestra cmd la lettera d’ unità del vostro navigatore (es: f:\ oppure d:\), date il comando “cd italia” (sempre senza virgolette) e poi “key.exe  it_plus_major_roads_of_we.mid”, inserire il codice dispositivo e fate invio. Vi usciranno due codici, uno per i telefoni ed un altro per tom tom one. Segnatevi il codice del tom tom One e riavviate il dispositivo. A questo punto cliccate su inserisci codice di attivazzione e mettete il codice che vi siete segnato prodotto dal tool.  Se l’ avete inserito bene vi confermerà dicendovi che la mappa è stata attivata, a questo punto vi potete godere la vostra bella mappa europa 8.010.

bye bye

iPhone 4, Problemi di ricezione

Solo lo 0,55 per cento di utenti di iPhone 4 ha contattato Apple per reclamare il mancato funzionamento del nuovo apple phone. Così parla Steve Jobs, boss della mela morsicata, che comunque non smentisce i suoi utenti: l’iPhone 4 ha un problema con l’antenna. Ma, aggiunge, come ce l’hanno tutti gli altri smartphone. E’ un vero e proprio “Antennagate” quello che l’amministratore delegato di Apple affronta nel suo intervento per rispondere alla “community” degli utenti e dei blog specializzati. Che in 22 giorni hanno messo l’ultimo prodotto di Apple sulla graticola. Jobs non fa giri di parole: ‘L’iPhone 4 è forse il miglior prodotto che abbiamo fatto. Ne abbiamo venduti oltre 3 milioni. Ma non siamo perfetti e nemmeno i telefoni lo sono”.

Per chiudere l’Antennagate di iPhone, Apple ha appena rilasciato un aggiornamento del sistema operativo del melafonino. Oltre a piccoli aggiustamenti, introduce un nuovo sistema di visualizzazione delle tacche del campo di ricezione. Secondo l’azienda di Cupertino, infatti, l’origine dei problemi riscontrati dagli utenti sarebbero degli errori di calcolo del precendente sistema operativo, che mostrerebbe molto più segnale di quanto in realtà disponibile in una cella.

Secondo le analisi tecniche di terze parti, il posizionamento dell’antenna all’interno del nuovo chassis produrrebbe un cortocircuito quando l’utente impugna il telefono in una determinata maniera. Ecco quindi l’aggiornamento di iOs, che secondo Apple mette un punto alla questione almeno dal punto di vista software. In Italia, il nuovo iPhone sarà disponibile dal 30 luglio. E’ presumibile che arrivi in versione già aggiornata con il sistema operativo iOs 4.0.1, ma se così non sarà, la procedura di aggiornamento è istantanea e si effettua attraverso iTunes, il programma di gestione di iPhone, iPod e iPad.

Soluzione in silicone. Ma la vera cura per iPhone 4 si applica all’esterno. I vari test effettuati su iPhone 4 hanno dimostrato che utilizzando un comune guscio di silicone il problema sparisce. Così Jobs annuncia che ogni acquirente di iPhone 4 avrà diritto a una protezione per il suo melafonino, gratuitamente. Un accorgimento che oltre a proteggere lo chassis del telefono, impedisce il contatto diretto del corpo umano con l’apparecchio quando si telefona. Se l’utente dovesse già aver acquistato una custodia, avrà diritto a un rimborso. Apple non può produrre abbastanza gusci, dice Jobs. Così, ci saranno accordi con le principali terze parti che producono accessori per iPhone. Con il risultato che ognuno avrà il suo guscio, “per non scontentare nessuno”, dice Steve.

Rimborso per tutti. Oltre al guscio di protezione gratuito, Apple annuncia la disponibilità dell’azienda a concedere un rimborso completo entro trenta giorni dall’acquisto del nuovo iPhone. Non è quindi prevista nessuna operazione di ritiro per gli iPhone 4 già venduti, come avevano lasciato intendere le indiscrezioni degli ultimi giorni. Una mossa che sarebbe costata all’azienda qualcosa come un miliardo e mezzo di dollari.

Fonte: Repubblica.

Apertura nuovo progetto, scheda di sviluppo per pic

Da qualche giorno, ho l’ idea in testa di creare una demoboard per pic, completa di varie tipologie di componenti e di slot d’ espansione al quale è possibile connettere delle varie schede aggiuntive… Questa però è solo la parte hardware, infatti avrei pensato di crearla per un modello specifico di pic e cioè il Pic18F4550, un vero gioiellino non credete? Dotato di: USB, USART, 3 Timer, A/D – D/A e moltre altre caratteristiche… Per trasferire il tutto ovviamente ci sarà un software (già per metà creato in precedenza per un altra cosa xD) che tramuta il mio set di instrunzioni scritte nell IDE di questo sw in C . Beh questa sarebbe solo un idea…. Si vedrà nel futuro…

bye bye

mplierò

Apple iOS 4

Da pochi giorni è uscito il tanto atteso iOS 4, che tra le sue tante caratteristiche dovrebbe includere anche il famigerato multitasking, che consente di utilizzare le apps di terze parti  e passare da una all’altra all’istante, senza rallentare la performance dell’app in primo piano o scaricare inutilmente la batteria. Una buona cosa no? Tra le altre caratteristiche aggiunte, ci sono anche: Possibilità di racchiudere le apps in cartelle, gestione più performante delle email, zoom digitale 5x, sfondi da impostare alla home, possibilità di regalare apps, supporto a tastiere bluethoot e molte altre cose…

Pultroppo alcune di queste caratteristiche sono compatibili solo con i modelli più recenti della casa apple, e cioé, iPhone 3GS, iPhone 4G e Ipad.

L’ ho testato, e devo dire che mi è piaciuto questo nuovo OS :-D. Pultroppo l’ ho dovuto spedire all’ assistenza (non per aver istallato l’ os xD) x vari problemi che mi dava, come la rete che mancava sempre e altri vari problemini, ma quando tornerà, finalmente lo jailbrakerò xD dato che finirà la garanzia 😀

Saluti a tutti,

al prossimo articolo