[HowTo] Dividere una stringa in base ad un carattere in Python.

Salve a tutti.

Da qualche mese mi sto dedicando anche allo studio del Python come linguaggi di programmazione, e dato  che un po di tempo fa non ho trovato una guida buona che tratti di questo argmento ho deciso di scriverne una io. Tratteremo di come dividere una stringa in base ad un carattere da noi specificato.

Per prima cosa, creiamo un nuovo file in Notepad++ ed impostiamo come di programmazione il Python.
Adesso dichiariamo una nuova stringa:

StringaBase = “Prova di una stringa da splittare.”

Quindi, la variabile “StringaBase” conterrà la nostra stringa da dividere.

A questo punto, dobbiamo creare un nuovo array che contenga la nostra stringa splittata.

StringaDivisa = StringaBase.split(” “)

In particolare soffermiamoci su “split(” “)”: questa è una funzione che posseggono tutte le stringhe che consente di dividerle attraverso un carattere specificato nel primo parametro. Il risultato sarà un array di stringhe.

Per esempio, se io ho questa stringa:

StringaBase2 = “Splittiamo_tramite_under_score”

E la splittiamo così:
StringaDivisa2 = StringaBase2.split(“_”)

Facendo “print StringaDivisa2”, otterremo:

Immagine

Quindi, volendo ottenere, per esemio, solo il primo elemento dell’array, dobbiamo fare “print StringaDivisa2[0]”

Immagine

Giusto per completezza, questo è il codice da me utilizzato per il tutorial:

StringaBase = “Prova di una stringa da splittare.”
StringaDivisa = StringaBase.split(” “)
print “Array: ” + str(StringaDivisa)

StringaBase2 = “Splittiamo_tramite_under_score”
StringaDivisa2 = StringaBase2.split(“_”)
print “Array: ” + str(StringaDivisa2)
print “Primo elemento: ” + StringaDivisa2[0]

Spero di essere stato esausitivo, e se dovessero esserci parti che non sono chiare non esitate a commentare:)

Byebye

Annunci

Dropbox.com – Archiviazione on-line facile e gratuita

Salve a tutti, è da un pò do tempo che non scrivo sul mio blog per vari motivi, ma oggi ho trovato un pò di tempo (e voglia) e così ho scritto quest’ articolo 😀 . In quest’ articolo vedremo un servizio di archiviazione file on-line completamente gratuito. Il sito ufficiale è questo. Per prima cosa registratevi da questo link. Appena registrati, otterrete uno spazio di 2GB, ampliabile tramite vari servizi (che vedremo tra poco) fino ad 8gb.

Aumentare lo spazio a disposizione.

Se 2GB di spazio gratuito non vi bastano, Dropbox permette di aumentare lo spazio a disposizione facendo un pò di publicità su social network ed altro. Andate su questa pagina (dopo esservi registrati) e invitate tramite e-mail e social network qualche amico. Facendo così vi verranno accreditati 250MB al vostro spazio. Un altro metodo, è andare su questa pagina e completare tutti gli step, e così riceverete altri 250MB di spazio web.

Ecco il video ufficiale dei creatori di Dropbox:

Ciao a tutti 😀

BlackWolf96

Videoguida, come creare una dll da injectare vc++

Videoguida, come creare una dllda injectare in visual c++:

i sorgenti li troverete qui:  Link

Per informazioni più dettagliate visitate anke il mio sito

iPhone 4, Problemi di ricezione

Solo lo 0,55 per cento di utenti di iPhone 4 ha contattato Apple per reclamare il mancato funzionamento del nuovo apple phone. Così parla Steve Jobs, boss della mela morsicata, che comunque non smentisce i suoi utenti: l’iPhone 4 ha un problema con l’antenna. Ma, aggiunge, come ce l’hanno tutti gli altri smartphone. E’ un vero e proprio “Antennagate” quello che l’amministratore delegato di Apple affronta nel suo intervento per rispondere alla “community” degli utenti e dei blog specializzati. Che in 22 giorni hanno messo l’ultimo prodotto di Apple sulla graticola. Jobs non fa giri di parole: ‘L’iPhone 4 è forse il miglior prodotto che abbiamo fatto. Ne abbiamo venduti oltre 3 milioni. Ma non siamo perfetti e nemmeno i telefoni lo sono”.

Per chiudere l’Antennagate di iPhone, Apple ha appena rilasciato un aggiornamento del sistema operativo del melafonino. Oltre a piccoli aggiustamenti, introduce un nuovo sistema di visualizzazione delle tacche del campo di ricezione. Secondo l’azienda di Cupertino, infatti, l’origine dei problemi riscontrati dagli utenti sarebbero degli errori di calcolo del precendente sistema operativo, che mostrerebbe molto più segnale di quanto in realtà disponibile in una cella.

Secondo le analisi tecniche di terze parti, il posizionamento dell’antenna all’interno del nuovo chassis produrrebbe un cortocircuito quando l’utente impugna il telefono in una determinata maniera. Ecco quindi l’aggiornamento di iOs, che secondo Apple mette un punto alla questione almeno dal punto di vista software. In Italia, il nuovo iPhone sarà disponibile dal 30 luglio. E’ presumibile che arrivi in versione già aggiornata con il sistema operativo iOs 4.0.1, ma se così non sarà, la procedura di aggiornamento è istantanea e si effettua attraverso iTunes, il programma di gestione di iPhone, iPod e iPad.

Soluzione in silicone. Ma la vera cura per iPhone 4 si applica all’esterno. I vari test effettuati su iPhone 4 hanno dimostrato che utilizzando un comune guscio di silicone il problema sparisce. Così Jobs annuncia che ogni acquirente di iPhone 4 avrà diritto a una protezione per il suo melafonino, gratuitamente. Un accorgimento che oltre a proteggere lo chassis del telefono, impedisce il contatto diretto del corpo umano con l’apparecchio quando si telefona. Se l’utente dovesse già aver acquistato una custodia, avrà diritto a un rimborso. Apple non può produrre abbastanza gusci, dice Jobs. Così, ci saranno accordi con le principali terze parti che producono accessori per iPhone. Con il risultato che ognuno avrà il suo guscio, “per non scontentare nessuno”, dice Steve.

Rimborso per tutti. Oltre al guscio di protezione gratuito, Apple annuncia la disponibilità dell’azienda a concedere un rimborso completo entro trenta giorni dall’acquisto del nuovo iPhone. Non è quindi prevista nessuna operazione di ritiro per gli iPhone 4 già venduti, come avevano lasciato intendere le indiscrezioni degli ultimi giorni. Una mossa che sarebbe costata all’azienda qualcosa come un miliardo e mezzo di dollari.

Fonte: Repubblica.

[How To]Installare e configurare OpenSSH su iPhone JailBroked Parte 1

Dopo aver visto come fare lo jailbreak su iPhone, procediamo all’ installazione dell’ OpenSSH, che ci consentirà di accedere alla console dell’ iPhone da remoto e di esplorare i file del sistema operativo. Procediamo…

  • Primo passo – Installare OpenSSH da Cydia.

Bene, aprite Cydia e andate nel tab “Search” e inserite nella barra di ricerca il nome “Open SSH”.

Cliccateci sopra e apparirà questa schermata:

A voi non apparirà esattamente così perché a me l’ SSH è gia installato ,quindi al posto di “modify” ci sarà “Install”. Cliccate su “Install” e poi confermate nella schermata successiva per installare l’ SSH. Una volta finita l’ installazione vi consiglio di riavviare la winterboard o direttamente il dispositivo. Ora attraverso il menù impostazioni attivare la rete Wi-Fi e connettersi alla propria rete domestica e assicurarsi di avere un indirizzo ip statico e non il DHCP attivato. Segnatevi quest’indirizzo IP che ci servirà nel prossimo passaggio.

  • Secondo passo – Scaricare, installare e configurare WinSCP.

La prima cosa da fare ora, è scaricare WinSCP da questo sito. Poi procedere alla sua installazione senza modificare alcun parametro. Una volta installato e avviato, dovrebbe presentarsi questa schermata:

Su “nome server” inserire l’ indirizzo IP della connessione Wi-Fi che avete segnato prima.

Su “numero porta” non toccate niente e lasciate il numero 22.

Su “nome utente” mettete “root”. E come password inserite “alpine” (senza virgolette).

Per comodità potete anche salvare la sessione per non inserire tutti i dati daccapo.

Fine della prima parte.