iPhone 4, Problemi di ricezione

Solo lo 0,55 per cento di utenti di iPhone 4 ha contattato Apple per reclamare il mancato funzionamento del nuovo apple phone. Così parla Steve Jobs, boss della mela morsicata, che comunque non smentisce i suoi utenti: l’iPhone 4 ha un problema con l’antenna. Ma, aggiunge, come ce l’hanno tutti gli altri smartphone. E’ un vero e proprio “Antennagate” quello che l’amministratore delegato di Apple affronta nel suo intervento per rispondere alla “community” degli utenti e dei blog specializzati. Che in 22 giorni hanno messo l’ultimo prodotto di Apple sulla graticola. Jobs non fa giri di parole: ‘L’iPhone 4 è forse il miglior prodotto che abbiamo fatto. Ne abbiamo venduti oltre 3 milioni. Ma non siamo perfetti e nemmeno i telefoni lo sono”.

Per chiudere l’Antennagate di iPhone, Apple ha appena rilasciato un aggiornamento del sistema operativo del melafonino. Oltre a piccoli aggiustamenti, introduce un nuovo sistema di visualizzazione delle tacche del campo di ricezione. Secondo l’azienda di Cupertino, infatti, l’origine dei problemi riscontrati dagli utenti sarebbero degli errori di calcolo del precendente sistema operativo, che mostrerebbe molto più segnale di quanto in realtà disponibile in una cella.

Secondo le analisi tecniche di terze parti, il posizionamento dell’antenna all’interno del nuovo chassis produrrebbe un cortocircuito quando l’utente impugna il telefono in una determinata maniera. Ecco quindi l’aggiornamento di iOs, che secondo Apple mette un punto alla questione almeno dal punto di vista software. In Italia, il nuovo iPhone sarà disponibile dal 30 luglio. E’ presumibile che arrivi in versione già aggiornata con il sistema operativo iOs 4.0.1, ma se così non sarà, la procedura di aggiornamento è istantanea e si effettua attraverso iTunes, il programma di gestione di iPhone, iPod e iPad.

Soluzione in silicone. Ma la vera cura per iPhone 4 si applica all’esterno. I vari test effettuati su iPhone 4 hanno dimostrato che utilizzando un comune guscio di silicone il problema sparisce. Così Jobs annuncia che ogni acquirente di iPhone 4 avrà diritto a una protezione per il suo melafonino, gratuitamente. Un accorgimento che oltre a proteggere lo chassis del telefono, impedisce il contatto diretto del corpo umano con l’apparecchio quando si telefona. Se l’utente dovesse già aver acquistato una custodia, avrà diritto a un rimborso. Apple non può produrre abbastanza gusci, dice Jobs. Così, ci saranno accordi con le principali terze parti che producono accessori per iPhone. Con il risultato che ognuno avrà il suo guscio, “per non scontentare nessuno”, dice Steve.

Rimborso per tutti. Oltre al guscio di protezione gratuito, Apple annuncia la disponibilità dell’azienda a concedere un rimborso completo entro trenta giorni dall’acquisto del nuovo iPhone. Non è quindi prevista nessuna operazione di ritiro per gli iPhone 4 già venduti, come avevano lasciato intendere le indiscrezioni degli ultimi giorni. Una mossa che sarebbe costata all’azienda qualcosa come un miliardo e mezzo di dollari.

Fonte: Repubblica.

Annunci

[How To]Installare e configurare OpenSSH su iPhone JailBroked Parte 1

Dopo aver visto come fare lo jailbreak su iPhone, procediamo all’ installazione dell’ OpenSSH, che ci consentirà di accedere alla console dell’ iPhone da remoto e di esplorare i file del sistema operativo. Procediamo…

  • Primo passo – Installare OpenSSH da Cydia.

Bene, aprite Cydia e andate nel tab “Search” e inserite nella barra di ricerca il nome “Open SSH”.

Cliccateci sopra e apparirà questa schermata:

A voi non apparirà esattamente così perché a me l’ SSH è gia installato ,quindi al posto di “modify” ci sarà “Install”. Cliccate su “Install” e poi confermate nella schermata successiva per installare l’ SSH. Una volta finita l’ installazione vi consiglio di riavviare la winterboard o direttamente il dispositivo. Ora attraverso il menù impostazioni attivare la rete Wi-Fi e connettersi alla propria rete domestica e assicurarsi di avere un indirizzo ip statico e non il DHCP attivato. Segnatevi quest’indirizzo IP che ci servirà nel prossimo passaggio.

  • Secondo passo – Scaricare, installare e configurare WinSCP.

La prima cosa da fare ora, è scaricare WinSCP da questo sito. Poi procedere alla sua installazione senza modificare alcun parametro. Una volta installato e avviato, dovrebbe presentarsi questa schermata:

Su “nome server” inserire l’ indirizzo IP della connessione Wi-Fi che avete segnato prima.

Su “numero porta” non toccate niente e lasciate il numero 22.

Su “nome utente” mettete “root”. E come password inserite “alpine” (senza virgolette).

Per comodità potete anche salvare la sessione per non inserire tutti i dati daccapo.

Fine della prima parte.

Jailbreak su iPhone, iPod touch e iPad

Eh eh  ragazzi, è arrivato il mio iPhone dall’assistenza e non ho avuto la tentazione di resistere allo Jailbreak. Devo dire che sono rimasto molto stupito da quello che può fare questo mitico jailbreak, dal creare temi, modificare a piacere applicazioni, esplorare il contenuto dell’iPhone addirittura!! Ed è su quest ultimo passaggio che mi soffermerò in questi giorni, spiegando com’è possibile fare queste cose: creare temi personalizzati, cambiare wallpaper, aggiungere font, rimuovere le webclips, cambiare password all’ssh,  fare il backup delle rubriche e molte altre cose….

Bene! Ora vi spiegherò come sì fa lo jailbreak.

Occorrente:

  • Spirit, download qui. È un tool che permette di eseguire lo JailBreak su iPhone, iPad e iPod touch con versioni di firmware che vanno dalla 3.1.2 alla 3.2.
  • iPhone con software minore dell’ iOs 4.0 (vers: 3.1.2, 3.1.3 e 3.2). Compra qui =D.
  • Qualunque versione di iTunes 9, non minore della 9.2. Download qui.

Iniziamo…

Collegate il telefono al pc ed aprite Spirit, se il programma riconosce correttamente il telefono, il pulsante con scritto su “Jailbreak” si dovrebbe togliere dallo stato bloccato. Ora potete finalmente premerlo e cosi entro 6 – 7 secondi il Jailbreak del vostro caro iPhone sarà effettuato.

Lo stesso procedimento vale anche per l’iPod Touch e l’iPad .

Ecco fatto, semplice vero?? Alla prossima….

Bye Bye

Apple iOS 4

Da pochi giorni è uscito il tanto atteso iOS 4, che tra le sue tante caratteristiche dovrebbe includere anche il famigerato multitasking, che consente di utilizzare le apps di terze parti  e passare da una all’altra all’istante, senza rallentare la performance dell’app in primo piano o scaricare inutilmente la batteria. Una buona cosa no? Tra le altre caratteristiche aggiunte, ci sono anche: Possibilità di racchiudere le apps in cartelle, gestione più performante delle email, zoom digitale 5x, sfondi da impostare alla home, possibilità di regalare apps, supporto a tastiere bluethoot e molte altre cose…

Pultroppo alcune di queste caratteristiche sono compatibili solo con i modelli più recenti della casa apple, e cioé, iPhone 3GS, iPhone 4G e Ipad.

L’ ho testato, e devo dire che mi è piaciuto questo nuovo OS :-D. Pultroppo l’ ho dovuto spedire all’ assistenza (non per aver istallato l’ os xD) x vari problemi che mi dava, come la rete che mancava sempre e altri vari problemini, ma quando tornerà, finalmente lo jailbrakerò xD dato che finirà la garanzia 😀

Saluti a tutti,

al prossimo articolo